Attività realizzate

  • Register
  • ETRERA2020, progetto che è in continuità con il precedente progetto ETRERA e che vede Innova BIC ricoprire il ruolo di coordinatore, quale capofila di 12 organizzazioni partner provenienti da 9 differenti paesi dell’Europa, dell’Africa e del Medio Oriente: INNOVA BIC (Italia), THE ASSOCIATION OF EUROPEAN RENEWABLE ENERGY RESEARCH CENTRES- EUREC (Belgio), ISTITUTO TECNOLOGIE AVANZATE PER L’ENERGIA – CNR ITAE (Italia), KENTRO ANANEOSIMON PIGON KE EXIKONOMISIS ENERGEIAS – CRES (Grecia), AN-NAJAH NATIONAL UNIVERSITY – ANNU (Palestina), EUROPEAN BUSINESS AND INNOVATION CENTRE NETWORK – EBN (Belgio), CENTRE DE RECHERCHE ET DE TECHNOLOGIE DE L’ENERGIE – CRTEn (Tunisia), UNIVERSITE DE NANTES – Politech Nantes (Francia), YILDIZ TECHNICAL UNIVERSITY – Yildiz (Turchia), TURKIYE BILIMSEL VE TEKNOLOJIK ARASTIRMA KURUMU (Turchia) – TUBITAK, UNIVERSITE CADI AYYAD – UCA (Marocco), ASOCIACION MADRID NETWORK – MADRID NETWORK (Spagna). L’obiettivo progettuale è di promuovere e sviluppare attività di trasferimento tecnologico e relazioni imprenditoriali tra gli Stati membri della Comunità Europea e gli Stati rivieraschi del Mediterraneo nei settori strategici della produzione, distribuzione e accumulo dell’energia rinnovabile, creando un ponte che copra le distanze in materia di ricerca e innovazione. Il progetto, iniziato a settembre 2013 ha la durata di tre anni.
  • FETRIC – Future European Tunisian Reasearch Innovation Cooperation, finanziato sul Settimo Programma Quadro per la Ricerca Europea, è un progetto che coinvolge 7 partner di 6 differenti paesi europei e africani: MINISTRY OF HIGHER EDUCATION AND SCIENTIFIC RESEARCH (Tunisia), EUROPE FOR BUSINESS LTD - EFB (Regno Unito), Innova BIC (Italia), DEUTSCHES ZENTRUM FUER LUFT - UND RAUMFAHRT EV(Germania), European Business and Innovation Centre Network - EBN (Belgio), FEMIA - FORUM EURO-MEDITERRANEEN POUR L'INNOVATION EN ACTIONN - FEMIA (Francia), NATIONAL AGENCY FOR SCIENTIFIC RESEARCH PROMOTION – ANPR (Tunisia). E’ un progetto di cooperazione bilaterale Europa – Tunisia teso a sviluppare sinergie nel campo del trasferimento tecnologico nei settori con focus sulla scarsità delle risorse, sulle fonti energetiche rinnovabili e il risparmio energetico, sul cibo di qualità e sostenibile. Il progetto, iniziato a settembre 2013 ha la durata di tre anni.
  • Fostering Partnerships for the Implementation of Best Available Technologies for Water Treatment & management in the mediterranean - FP4BATIW, è un'azione di coordinamento e di sostegno rivolta a promuovere partnership e networking per l’implementazione delle migliori tecnologie per il trattamento delle acque nell’area del Mediterraneo promuovendo l'interazione tra imprese, centri di ricerca e centri per il trasferimento tecnologico, sia dell’UE, sia dei Paesi del Mediterraneo. FP4BATIW intende contribuire alla riduzione del divario tra ricerca & innovazione nel settore del trattamento delle acque migliorando le sinergie tra ricerca e impresa favorendone lo scambio di know-how e il dialogo. Attraverso FP4BATIW s’intende realizzare una piattaforma di cooperazione sostenibile per la formazione di partnership strategiche tra ricercatori, responsabili scientifici, decisori politici, centri per il trasferimento tecnologico ed esperti del mondo industriale, tra gli Stati membri dell’Ue, gli Stati Associati e gli Stati dell’Area Mediterranea, relativamente allo sviluppo e all'attuazione di tecniche per il trattamento dei rifiuti solidi e delle acque di scarico. Partner del progetto: Universidad Autonoma de Barcelona (Spain – capofila), Parc de Recerca, UAB (Spagna), Innolabs srl (Italia), High school of sciences and technologies of hammam Sousse (Tunisia), Jordan small and medium enterprises industrial association (Giordania), International Energy Technology Industries, MEI (Giordania), Consiglio Nazionale delle Ricerche, Institute of Agro-Environmental and forest biology and water research institute, CNR-IBAF, CNR-IRSA (Italia), National Agency for Environmental protection, NEPA (Tunisia), Innova Bic, (Italia), Water Researches and Technologies centre of Borj-Cedria, (Tunisia), Palestinian Technical University of Kadorie, (Palestina), Chamber of Commerce and Industry of the Center (Tunisia), National Authority for Remote Sensing and Space Sciences (Egitto). Il progetto, iniziato a ottobre 2013 ha la durata di tre anni.
  • FrontierCities – European Cities driving the Future Internet, proposta finanziata sulla linea del 7FP denominata Future Internet Public Private Partnership (FI-PPP) Phase. L’obiettivo del progetto è individuare e finanziare (agendo come un acceleratore d’impresa) piccole e medie imprese e webdevelopers che intendano realizzare applicazioni nell’ambito Smart Cities e Smart Mobility utilizzando la tecnologie ICT – FI WARE. Nell’ambito del progetto verranno finanziate circa 40 imprese innovative con finanziamenti a fondo perduto che potranno arrivare sino a 150.000,00 euro. Le aziende selezionate potranno beneficiare inoltre di un programma di assistenza tecnica volto a migliorare le loro capacità manageriali, incrementare il loro network di relazioni e le loro competenze tecniche relative all’utilizzo del software FI-WARE. Partner del progetto, oltrea Innova BIC, NEW FRONTIER SERVICES (capofila, Belgio), ENGINEERING - INGEGNERIA INFORMATICA SPA (Italia), UNIVERSITY OF SURREY (Regno Unito), European Business and Innovation Centre Network (Belgio), ENERGETSKA AGENCIJA ZA PODRAVJE ZAVOD ZA TRAJNOSTNO RABO ENERGIJE ENERGY AGENCY OF PODRAVJE INSTITUTION FOR SUSTAINABLE ENERGY USE (Slovenia), UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA (Italia). Il progetto, iniziato a maggio 2014, avrà termine ad aprile 2016. 
  • CERTUS, progetto finanziato su Intelligence Energy Europe, ha l’obiettivo di incrementare la fiducia nei confronti di investimenti di ristrutturazione di edifici pubblici per il risparmio energetico, al fine di raggiungere quasi zero consumo di energia. Il partenariato è composto da ENEA (Italia, capofila), Comune di Messina (Italia), Consiglio comunale di Errenteria (Spagna), Comune of Coimbra (Portogallo), Comune of Alimos (Grecia), Institute of Systems and Robotics - University of Coimbra (Portogallo), Sistema Inizative Locali SpA (Italia), ETVA VI.PE S.A. (Grecia), Tecnalia Reasearch & Innovation Foundation (Spagna), EuDiti – Energy and Environmental Design LTD (Grecia), Innova Business Innovation Centre S.r.l (Italia), Aalborg University (Danimarca), AGESI (Associazione Italiana delle società di facility management and servizi energetici – E.S.Co). Il progetto, iniziato a maggio 2014, avrà termine ad aprile 2016. 
  • NANOREMOVAS, progetto che intende sviluppare e implementare un impianto pilota per il trattamento a distanza di acque inquinate di arsenico sulla base di materiali nanostrutturati multifunzionali testati a livello di laboratorio . In questa direzione il progetto prevede la cooperazione tra partner europei e argentini del settore del trattamento delle acque e del mondo accademico. Inoltre, i ricercatori distaccati potranno svolgere una serie di compiti e attività di sviluppo della cultura imprenditoriale e conoscere il mondo legato alle start up. Partner di progetto, oltre a Innova BIC, UNIVERSITAT AUTÒNOMA DE BARCELONA (Spagna), ROYAL INSTITUTE OF TECHNOLOGY KTH Y (Svezia), AERIS TECNOLOGÍAS AMBIENTALES S.L. (Spagna), INSTITUTO NACIONAL DE TECNOLOGÍA INDUSTRIAL (Argentina), INSTITUTO DE INVESTIGACIONES EN CIENCIA Y TECNOLOGÍA DE MATERIALES/UNIVERSIDAD NACIONAL DEL MAR DEL PLATA (Argentina).
  • Play and Learn as Young European entrepReneur - PLAYER, finanziato dal programma CIP Entrepreneurship, per lo sviluppo della capacità imprenditoriale degli studenti delle università europee. Paesi coinvolti Portogallo, Regno Unito, Belgio, Serbia, Slovenia, Italia, Spagna. Il progetto si è concluso nel 2013.
  • Energy 2b finanziato dal programma CIP Intelligent Europe Energy, per lo sviluppo di idee di business da parte degli studenti di alcune università europee, nel settore delle energie rinnovabili e risparmio energetico. Paesi coinvolti Portogallo, Regno Unito, Olanda, Polonia, Slovenia, Bulgaria, Italia, Belgio, Danimarca. Il progetto si è concluso nel 2013.
  • Empowering Tunisian Renewable Energy Research Activities - ETRERA finanziato dal 7° Programma Quadro per la Ricerca Europea, finalizzato al trasferimento di tecnologie sulle Fuel Cell dall’Europa alla Tunisia. Paesi coinvolti Italia, Francia Tunisia. Il progetto si è concluso nel 2013;
  • ETC Project, finanziato dal 7° Programma Quadro per la Ricerca Europea, teso a favorire il trasferimento di modelli di innovazione verso la Tunisia, con la partecipazione dei Ministeri dell’Agricoltura e della Ricerca e Innovazione Tecnologica del Governo Tunisino, con EBN (Belgio), Jo Consulting (Italia). Il progetto si è concluso nel 2013.
  • Servizi di internazionalizzazione dei beni culturali delle isole minori della Sicilia, committente Comune di Lipari, in RTI con Ad.Venture Srl e Prima Officina Srl. L’attività prevede azioni di marketing internazionale e di comunicazione indirizzati a due paesi target: Inghilterra e Germania.
  • Per l’Assessorato Cooperazione della Regione Siciliana, realizzazione di attività di internazionalizzazione dell’economia siciliana verso gli USA, per i settori turismo, agroalimentare e hi-tec – Progetto Paese - in RTI con Gruppo Moccia, Consorzio Quarit e Alimentaria Sicilia.

News

Facebook

Area riservata

Articoli in evidenza

S5 Box

Login

Register

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Chiudendo questo banner, cliccando "Accetto", o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie.